Hell’s Gate Metzeler
10/02/2017

Hell’s Gate Metzeler

Focus: i protagonisti

Sarà la prima volta all’Hell’s Gate Metzeler come concorrente per Valentin George Nita, nato in Romania 23 anni fa e residente da 10 nella frazione di Albiano, a pochi chilometri dal Ciocco.

Quella di Valentin è una bella storia, una storia da raccontare.

 

Da sempre appassionato di moto, ha soli 15 anni quando ogni pomeriggio, al ritorno da scuola, a cavallo del suo Cinquantino sfreccia da casa fino all’officina della Fasola School nella Tenuta del Ciocco per respirare odore di benzina, sporcandosi le mani di morchia e parlando di motori. Passano gli anni, il Cinquantino diventa un KTM 125, e Valentin, il giovane tuttofare dell’officina, è ora un bravo meccanico, un endurista che conosce i sentieri dell’Off-Road Enclosure come le sue tasche.

Così, come in ogni romanzo di formazione che si rispetti, avviene la svolta: nel 2014 il nostro ragazzo diventa una delle guide dei tour periodicamente organizzati dalla Fasola School ed entra a far parte dello staff di un evento mitico, quell’Hell’s Gate Metzeler ideato nel 2004 proprio da Fabio Fasola.

Trascinato nel mondo dell’enduro estremo dall’amico Riccardo (Riccardo Piacenza, anche lui tra i concorrenti di questa edizione, ndr), nel 2016 si classifica 30esimo nella competizione The Wall, in provincia di Trento, e a gennaio rimane in gara fino al secondo giro nella francese Alestrem.

Manca poco al 18 febbraio, il giorno in cui la nostra mascotte si affaccerà con entusiasmo e timore al sogno di essere tra i 130 piloti al via di quella competizione che ha sempre amato dall’altra parte del fettucciato.

In bocca al lupo Valentin!

 

Nella foto Valentin George Nita con Riccardo Piacenza