Il nostro ricordo di David Bowie
13/01/2016

Il nostro ricordo di David Bowie

Anche Il Ciocco vuole ricordare David Bowie, il trasformista del pop e del rock scomparso nella notte del 10 gennaio a 69 anni, dopo 18 mesi di battaglia contro il cancro.

 

Una carriera lunga 50 anni quella del Duca Bianco, come era anche soprannominato. Un cinquantennio di dischi, emozioni, ma anche di film. Ci piace ricordare, tra gli altri, il western di Giovanni Veronesi con Leonardo Pieraccioni del 1998, “Il Mio West”.

Quell’estate infatti l’artista la trascorse a metà tra il set ai piedi delle Alpi Apuane (il saloon si trovava proprio nel suggestivo scenario di Campocatino, nel comune di Vagli Sotto) e il soggiorno nella nostra Living Mountain, la Tenuta di proprietà della famiglia Marcucci, con cui Bowie iniziò ad avere rapporti già a metà degli anni ’80.

Il Duca era all’epoca consulente dell’emittente londinese Superchannel, che i Marcucci, già proprietari di VideoMusic (1984), acquisirono dalla Virgin.

 

Eccentrico e innovatore, il cantante e attore britannico ci ha lasciati a pochi giorni dal suo compleanno, che ricorreva l’8 gennaio, e dalla pubblicazione dell'ultimo album, ora riletto come un testamento spirituale, “Blackstar”.