Ritmi di un tempo lontano
18/04/2014

Ritmi di un tempo lontano

Il suono delle campane, azionate a mano nei giorni di festa.

 

Un mestiere antico. La sacralità dei simboli.

 

Quella che a Barga accompagna da sempre la preghiera nei giorni della Passione di Gesù Cristo, quando i campanari, cuffie alle orecchie e occhi al cielo, con robuste funi intrecciano i battagli in maniera tale da non permettere il suono.

 

E’ il “doppio del gloria”, è il rumore senza voce di una sera di primavera. L’anticipo di un’esplosione pasquale.