Si, va bene. Ma allora, cosa Fotografiamo...?

Si, va bene. Ma allora, cosa Fotografiamo...?

Dopo aver cercato di chiarire (più o meno) il “PERCHE’ Fotografare” sembrerebbe arrivato il momento di passare a chiose più pratiche. Tipo “COSA”. 

 

Per alleggerire l’argomento ci affideremo a brevi monografie che ci potranno (lo speriamo) dare una piccola mano nell’…impresa della ripresa. Ma tutto questo sempre in maniera “etica”, diciamo. Perché, ormai l’avrete capito, io sono di quelli convinti che non basti un manuale
di pittura per comporre dei quadri. O un trattato di automobilismo per diventare piloti di rally. E che sia molto difficile pescare delle trote in montagna dopo la semplice lettura di una guida alla Pesca a mosca.

 

Se la Fotografia è arrivata a noi com’è oggi, lo dobbiamo a Fotografi che erano spesso, nello stesso tempo, scienziati, inventori, chimici o almeno dei buoni Artigiani con un mestiere collaudato o appreso per anni più o meno lunghi in una bottega di un Maestro. All’improvviso oggi tutto questo sembra non servire più.

 

Sostantivi come messa a fuoco e sfocatura, diaframmi e profondità di campo, tempi mossi e panning ormai hanno perso qualsiasi significato. Decisione presa dalle grandi marche di apparecchi che “…migliorano se stessi grazie al sempre maggiore feedback sociale”. E oggi chi ha “a che fare” con un apparecchio fotografico si troverà ad usare (???) un black box misterioso che non potrà comprendere mai”. Ritorniamo così inconsapevolmente indietro di ca 170 anni. Quando ai suoi albori, la Fotografia in pratica (eh,eh) sembrava prodursi da sé, attraverso la luce che entrando da un foro veniva catturata da una lastra. E il fotografo, non più il Pittore, non era considerato altro che un operatore. Ma tale “naturalità” non faceva che aumentare il mistero dell’operazione e la fiducia dell’Uomo sul suo nuovo potere di domare la natura. Con l’uso (aiuto??) delle macchine.

 

Rinunciando così, ri-con-vinti dal progresso, a capire perché e quindi come, ripieghiamo le nostre velleità dedicandoci, almeno, al “COSA Fotografare”. E chissà che non capiremo via via anche il Perché  :-).

Cominceremo quindi dal prossimo post con “Il Ritratto e la Figura” soggetti in cima alla Hit un po’ da sempre in Fotografia. E poi: Paesaggio, Street Photography, Foto concettuale, Fotoracconti… insomma, non ci faremo mancare niente. Contateci. PdP

 

BIBLIOGRAFIA:

Vilém Flusser – Per una filosofia della fotografia / B. Mondadori